In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]

L'infiltrazione perianulare discale sotto scopia con Ozono

L’infiltrazione perianulare discale sotto scopia con Ozono è indicata in caso di lombalgia discogena pura, in pazienti giovani con R.N.M. positiva per bulging o protrusione discale.

A sottoporsi  all' infiltrazione perianulare discale sotto scopia con Ozono sono malati sofferenti di episodi ricorrenti di lombalgia, senza blocchi articolari antalgici o dolori sciatalgici, ma con scarsa risposta ai farmaci antiflogistici e con problemi di attività lavorativa condizionata da questa patologia .

Per diminuire la soglia di stimolazione nocicettiva dell’innervazione discale può essere eseguita una serie di infiltrazioni perianulari discali con Ozono sotto controllo radiologico.

L’ago utilizzato viene infisso, in anestesia loco-regionale, sul margine discale attraverso un accesso postero laterale alla colonna, con una angolazione di 45° rispetto al disco colpito.

I risultati clinici sono migliori se all’infiltrazione del disco viene associata anche l’infiltrazione con Ozono delle faccette articolari intervertebrali, sempre sotto scopia.

rapporti spaziali tra le strutture discali, vascolari e nervose vertebrali con l’ago da spinale utilizzato

controllo radioscopico della posizione degli aghi in sede peridiscale e sulle faccette articolari tra L5 ed S1

campo sterile per l’infiltrazione perianulare discale e faccettaria

Inserito il:08/07/2015 18:18:20
Ultimo Aggiornamento:13/07/2015 09:04:51